LA PRIMAVERA A VILLA PONTE

La primavera è la stagione della rinascita, del risveglio della natura dopo i lunghi mesi invernali. È la stagione dei colori più caldi che fungono da preludio all’estate. Tuttavia in natura non sempre il gelido inverno é sinonimo di ‘letargo’. Nell’olivicoltura, per esempio, il riposo invernale coincide con una fase fondamentale ai fini del processo produttivo:  la potatura – che può essere lieve, media o intensiva. Si tratta di un intervento fondamentale per:

  • Rinnovare i rami produttivi
  • Migliorare la penetrazione della luce e dell’aria all’interno della chioma dell’albero
  • Eliminare i rami secchi e danneggiati
  • Sostenere la crescita vegetativa
  • Fortificare la pianta dagli attacchi parassitari
  • Mantenere costante la produttività
  • Prevenire l’invecchiamento

La fase successiva è quindi la fioritura dell’olivo che necessita di molta cura e attenzione in particolare attraverso il nutrimento e l’irrigazione dell’oliveto per evitare pericolose carenze successive. La fioritura dell’olivo è un momento molto delicato perché influenzata dalle condizioni climatiche sia precedenti che contemporanee all’apertura dei boccioli. L’olivicoltore, quindi, deve intervenire capillarmente per condurre la pianta a uno stato di equilibrio vegetativo e produttivo. La concimazione, ad esempio, mira a supportare tale equilibrio reintegrando ciò che è stato asportato dalla pianta con la raccolta, la potatura e la caduta delle foglie.

Dal punto di vista idrico invece, a seconda della regione di appartenenza e delle piogge (più o meno abbondanti), vanno costantemente monitorate le condizioni per evitare possibili stress in fase di fioritura che potrebbero compromettere la formazione del fiore.

Tutte queste procedure implicano grande passione, cura, amore per la natura e soprattutto conoscenza della pianta e dei suoi bisogni che, se ben compresi, regalano una rigogliosa e soddisfacente produzione all’olivicoltore.

Il risultato finale non sarà solamente quello che gratifica l’occhio, ovvero un albero magnificamente fiorito, ma anche quello che più avanti incanterà e conquisterà il gusto e l’olfatto. Il nostro olio extra vergine di oliva, che arricchirà con semplicità le pietanze portate a tavola, non è altro che il risultato di un lungo processo di cura dell’albero, monitoraggio costante del territorio e grande sapienza trasmessa di generazione in generazione.